lmmergersi di testa fino a 180cm di profondità -equilibrare la pressione- sedersi un momento sul fondo (5-10Sec). ln seguito riemergere correttamente espirando dal tubo respiratore.

Compensazione:
Per combattere la sensazione di dolore nelle orecchie bisogna stringere le narici entro I'indice e il pollice e comprimere l'aria nella faringe e nel naso. Ciò permette alla tromba di Eustachio di aprirsi e lasciar passare l'aria nella cassa del timpano. La pressione interna aumenta e il timpano riprende la sua posizione normale. ll disturbo scompare, essendo il timpano rilassato. Una differenza notevole fra la pressione esterna e quella presente nell'orecchio medio (la cassa del timpano) è estremamente dolorosa e può provocare una lesione del timpano. Equilibrare la pressione nelle orecchie e nella maschera subito dopo l'immersione, quindi ogni 2-3m.

Prima di compensare:


+ forte pressione esterna
- debole pressione interna, timpano dolorosamente spinto verso l'interno
= Sofferenza, dolore

Dopo avercompensato:

+ forte pressione esterna
+ pressione interna equivalente, timpano rilassato e libero
= Benessere

Immersione di testa:
Partendo dalla posizione normale di nuoto, piegare il tronco del corpo alle anche in modo che sia perpendicolare alla superficie dell'acqua. Tendere contemporaneamente le gambe unite verso l'alto, così che con il loro peso spingano il corpo sott'acqua. Nell'immersione si effettua un movimento delle braccia che termina al livello del femore. ln seguito si equilibra la pressione. Le pinne saranno utilizzate solo a immersione ultimata.

Emersione:
ll corpo, salendo, deve eseguire una rotazione lungo l'asse longitudinale. Gli occhi sono rivolti verso la superficie dell'acqua e controllano che non ci siano ostacoli. Un braccio rimane teso sopra la testa. Prima dell'emersione vuotare con una espirazione il tuba. Evitare di salire precipitosamente.

Profondità dell'acqua: min. 180cm