Test di nuoto 1 - 8

Squalo

Delfino

16 – 25 m

4 ondulazioni a delfino di piccola ampiezza (vedi test 2, es. 1) con un movimento delle braccia. Le braccia sono in avanti. Dopo la 4a ondulazione a delfino le braccia seguono simmetricamente il movimento del corpo fino alle cosce. Ritorno delle braccia flesse e allungamento sopra la superficie dell’acqua. Coordinazione ritmata dei movimenti.

Obiettivo: Braccia tese sull‘acqua

Dorso

32 – 50 m

Dorso con un braccio solo con fase di trazione e spinta visibile, gomiti in avanti. Rotazione visibile attorno all’asse longitudiale. Movimenti continui. 3 volte ogni braccio, poi cambio del braccio senza pausa. Braccio inattivo lungo il corpo.

Obiettivo: Trazione e spinta, gomiti in avanti

Braccia

16 – 25 m

Rana con un movimento di braccia seguito da 2 battute di gambe. Movimento delle braccia con fase di trazione e spinta accentuata. Le braccia restano allungate (fase di spinta) durante il 2° movimento delle gambe. Movimento delle gambe efficace e dinamico. Il movimento delle gambe è terminato quando i due piedi si toccano.

Obiettivo: Fase di scivolamento delle braccia

Crawl

16 – 25 m

Posizione ventrale, corpo piatto, viso nell’acqua. Per il tergicristallo (vedi test di base 6, es.2), effettuare un movimento dentro-fuori degli avambracci e delle mani sotto il corpo. Posizione dei gomiti in avanti visibile. Dopo 2 – 3 movimenti di tergicristallo, un braccio si estende in avanti mentre l’altro si estende lungo il corpo. Respirare sul fianco. Ripetere i movimenti di tergicristallo. Respirazione 1 volta a sinistra, 1 a destra, 1 a sinistra. Movimenti continuii. Gambe passive.

Obiettivo: Movimenti regolari con supporto delle braccia

Distanza

100 m

25 m ondulazioni a delfino insiprando dal avanti ogni 2 battute. Le braccia restano passive lungo il corpo (vedi test 2, es. 1).
25 m dorso con un braccio solo e con rotazione visibile (vedi test 2, es. 2).
25 m coordinamento rana: 1 movimento di braccia seguito da 2 battute di gambe (test 2, es.3).
25 m crawl-tergicristallo (test 1, es. 4). Continuità dei movimenti ritmati.

Cambio dello stile natatorio senza pausa e senza perdita di qualità tecnica. Nessun limite di tempo.

Obiettivo: Cambio dello stile natatorio senza pausa e senza perdita di qualità tecnica

Partenza

8 m

Spinta dal muro in posizione freccia dorsale. Scivolare in acqua e raggiungere una profondità di circa 80 cm con dei piccoli movimenti rapidi delle gambe in delfino. Espirazione nasale visibile sott’acqua.

Obiettivo: Scivolamento in posizione freccia dorsale

Virata

Nuotare sul dorso. Prima del muro, girarsi in posizione ventrale ed effettuare una capriola rapida (rotazione intorno all’asse trasversale). La rotazione inizia dalla testa e dalle spalle. Espirazione nasale visibile sott’acqua. Nessuna inspirazione in posizione ventrale prima della capriola. Spingersi dal muro in posizione freccia dorsale con espirazione nasale. 3 – 4 piccoli movimenti rapidi delle gambe in delfino sott’acqua prima della ripresa del nuoto.

Obiettivo: Capriola rapida